La scheda Home

La scheda Home contiene raggruppamenti di comandi e si può personalizzare. Alla fine di questo articolo segnalo un link interessante della casa madre sulla personalizzazione.

Ma ora vediamoli questi raggruppamenti:

Appunti, Carattere, Allineamento, Numeri, Stili, Celle e Modifica (l’ordine potrebbe essere diverso vista la possibilità di personalizzazione)

Prima di entrare nelle spiegazioni dei singoli raggruppamenti, segnalo che quello che si vede non è sempre quello che è. Noi vediamo una serie di raggruppamenti di comandi come appena detto e, in fondo a ciascun raggruppamento un simbolo con una freccetta quasi insignificante, così piccola che sembra inutile, ed invece scopre una discreta quantità di ulteriori comandi specifici a quel raggruppamento. Conoscerli tutti è arduo, ma intanto sarà utile approfondire e misurarsi con questo aspetto

Vediamo il raggruppamento appunti:
conservare qualcosa per un successivo utilizzo.

Taglia

cosa fa il comando taglia?

Taglia una intera cella o più celle o una porzione di dati contenuti in una cella e li tiene in memoria temporanea per poterli incollare in un’altra posizione.

Prima questione, se hai in memoria qualcosa e premi Esc svuoti la memoria temporanea.

Fare click su taglia oppure Ctrl+X o anche Shift+Canc significa eliminare quel “qualcosa” ma tenerlo in memoria fino a che non si incolla.

Memorizzare questi comandi può essere utile

Comando veloce standard alternativa
taglia Ctrl+X Shift+Canc
Copia Ctrl+c Ctrl+Ins
incolla Ctrl+v Shift+Ins

Un contenuto in memoria temporanea può essere incollato all’infinito, n volte, fino a che non si preme Esc o si taglia/copia qualcos’altro

Personalmente poi uso moltissimo queste combinazioni, per altre funzioni ma utili da spiegare qui perchè il tuo taglia, copia e successivo incolla può dove andare a finire alla fine del documento, all’inizio o a fine riga

  Excel Word  
Ctrl+► Ultima cella dx    
Ctrl+◄ Ultima cella sx    
Ctrl+▲ Ultima cella up    
Ctrl+▼in successione Ultima cella down piena prima di una vuota    
Ctrl+▼ Successiva cella down piena    
Ctrl+Home (in alcune tastiere è una freccia 45° alto verso sinistra)  Cella A1 Inizio foglio / doc  
Ctrl+Fine Ultima cella modificata *
anche se ora vuota
Fine foglio / doc  
Ctrl+A   Seleziona tutto il doc  
  • ultima cella modificata (fai una prova. apri un foglio completamente vuoto e vai es alla cella Z300 sei sicuramente fuori della visualizzazione della tua schermata. scrivi pippo e pigi invio. Poi cancelli pippo e pigi Ctrl+Home torni subito alla tua cella A1. Ora pigia Ctrl+Fine e dimmi dove ti porta:
    Z300. ora hai capito cosa significa ultima cella modificata anche se vuota.
  • Approfitto per una precisazione a volte abbiamo un file con poche righe compilate che pesa però tantissimi KB.
  • può essere successo che abbiamo scritto qualcosa in una cella lontanissima, tanto per ricordarlo l’ultima cella di un foglio Excel 2007-2016 è XFD1048576, unmilioneaezerroquarantotto576 … avevo fatto un piccolo errore, (ma piccolo eh?) le celle sono 17.179.869.184 in quanto ci sono 1.048.576 righe per 16.384 colonne. Ecco il file tiene memoria quella ultima cella se viene popolata.
  • e quindi di tutto i 17 MLD anche se vuote. E’ buona pratica dopo aver lavorato un file per giorni, magari, posizionarsi sull’ultima riga e sull’ultima colonna utili con dati e selezionare le restanti ed eliminarle, molo spesso il file diventa più leggero, anche se con la versione 2016 ho scoperto qualche problema a volte.

Per completezza inserisco anche questo link di comandi veloci molti dei quali sono validi anche per Excel basta provarli

Abbiamo impiegato “sinteticamente” quasi 2000 caratteri per il primo comando.

Questo ci dovrebbe di già far riflettere sulla ricchezza e complessità dei comandi e delle possibilità che Excel offre.

Copia

dopo aver selezionato (ponendosi in un punto fare click con tasto sinistro del mouse e senza rilasciare trascinare fino ad un altro punto la parte si evidenzia = “selezionata”) un carattere, una parola, un oggetto un gruppo di celle, un paragrafo, qualsiasi cosa insomma facendo click su copia si mette in memoria temporanea e si può incollare quel contenuto n volte.

Incolla

Qui si sono sbagliati alla Microsoft ???Non si capisce perché il comando incolla è più grande degli altri .

 

Ah…, non si capisce?

E già, questo comando è più grande degli altri perché è un comando “super intelligente”, al suo interno ne contiene una quantità dagli usi più disparati.

In Word le possibilità sono molto inferiori ma in Excel, se li elenco tutti non finisco più.

Proviamo.

Selezionando e copiando si può incollare così come era, ma se si fa click sul simbolo basso presente nel comando incolla si apre il primo elenco di comandi passando sopra con il mouse alle piccole immagini c’è la spiegazione di cosa si incolla.

Dovete provarli perché se li spiego tutti veramente non finiamo più.

I primi sono semplici e la didascalia è sufficientemente esplicativa.
Il settimo “incolla Trasponi” vi servirà:

Hai un elenco in verticale e vuoi invece utilizzare gli stessi nomi per intestare le colonne di una tabella non dovrai riscriverli tutti a mano

A ma ti serve A B C

B

C

Copia e incolla speciale trasponi. Fatto: da verticale in orizzontale e viceversa

Poi ne segnalo un altro già spiegato molto bene in un altro post

https://www.francopiermartini.com/2017/04/02/estrazione-del-database-che-produce-solo-testi-e-non-numeri/

il link sotto per personalizzare la barra multifunzione

https://support.office.com/it-it/article/Personalizzare-la-barra-multifunzione-in-Office-00f24ca7-6021-48d3-9514-a31a460ecb31