Mi sono posto un obiettivo, costruire un aggregatore di tutte le funzioni di Excel, utilizzando le guide ufficiali office e non solo, costruendo, dove le mie capacità me lo consentiranno, file di esempio.

Per ora è una bozza in progress iniziata il 19/5/2018 ► tutte le funzioni Excel

In internet già esiste tutto grazie al supporto di Office e al contributo di aziende, esperti, volontari, ecc. ma è necessario che l’utente poco esperto in excel, sappia quale domanda porre per trovare la risposta.

Ciò che mi propongo è costruire esempi legati alla spiegazione della singola funzione e offrire suggerimenti … le “piccolissime utilità”.

Iniziamo col dire che ci sono circa 500 funzioni:

Non ho nè le conoscenze nè  la capacità di spiegarle tutte (…almeno in questa vita) per cui mi dedicherò a quello che conosco meglio e siccome sono un autodidatta, il mio suggerimento è provare e ricercare senza paura di sbagliare.
Ho adottato una logica, non so se giusta, ma questa è stata la mia scelta: il file di riferimento con tutte le funzioni e gli eventuali esempi è unico e il download si effettua dal link  già riportato sopra. Il file è protetto per evitare modifiche involontarie ma non ha password.
Utilizzando il filtro si possono scegliere le varie categorie trovare la funzione che si desidera.
all’interno del file ci sono i link originali della guida di Office e a destra i link che rimandano agli esempi da me costruiti con le dovute spiegazioni.

Considerando che mi propongo di “divulgare”, faccio notare che ho già introdotto quattro concetti:
protezione di un file
con o senza password;
filtro;
link
forse è il caso di iniziare dalle basi; se conosci i quattro concetti sopra richiamati salta le seguenti spiegazione e vai oltre, altrimenti…:

protezione di un file con o senza password (PW)
I file di Office hanno la possibilità di essere protetti. Ciò serve per evitare modifiche involontarie. Hai lavorato ore su un file e per errore cancelli una formula che ti aveva fatto impazzire; distribuisci il file a qualche collega che cancella pezzi o li modifica alterando il risultato finale. Quindi hai due opportunità, proteggere con password (in rete si trovano sistemi per togliere la protezione con password ma non è per tutti) che serve per bloccare l’utente, oppure una protezione senza password che avverte l’utente, come dire, “prima di modificare resta connesso… con il cervello”
Nella scheda Revisione clicca su proteggi foglio se alla finestra che si apre dai semplicemente invio, hai protetto senza PW, se invece inserisci qualche carattere alfanumerico e dai invio si apre una nuova finestra che ti chiede di confermare la PW, se la dimentichi ti si creano problemi, quindi adotta una sistema per non perderla (ho vari suggerimenti in tal proposito).

filtro:
il filtro di Excel è uno strumento molto utile. Va usato soprattutto con file complessi e ricchi di dati, conoscendone pregi e difetti.
Per attivare i filtri si dovrà aprire la scheda Dati e successivamente Filtro

per le spiegazioni rimando alla guida di Office

il filtro ha tantissime funzioni con un unico suggerimento  nel foglio da analizzare non debbono essere presenti righe vuote altrimenti il filtro non funziona. Troverai un esempio nel file “operatori e ordine di calcolo” nel capitolo che segue.

Ed infine i link:
sicuramente conoscerete i link, presenti anche in questa pagina e ridondanti nel mio sito, ma io mi riferisco in particolare ai Link o collegamenti interni ai file Excel che consentono sia di aprire  file di rete esterne internet ma anche di navigare all’interno del foglio o della rete aziendale. Per le spiegazioni generali rimando a questo “LINK” della guida di Office, che però mi sembra carente in un aspetto che spiego subito. In Excel si può assegnare un nome ad ogni singola cella  nella scheda formule, cliccare su definisci nome

posizionandosi in qualsiasi cella diversa si può con tasto dx inserisci collegamento ipertestuale ma… cliccando su segnalibri che aprirà la finestra dei riferimenti presenti nel foglio si può creare il collegamento interno

passiamo al nostro file delle funzioni  ma prima è necessario fare una precisazione importante, molto importante:

le singole funzioni da sole servono a poco, infatti le funzioni hanno una filosofia, si chiama “logica”, ovvero ti devi porre le domande giuste per ottenere dai numeri il risultato che cerchi. A volte devi sforzarti di applicare il pensiero laterale perchè nessuno di noi ha la conoscenza totale, nessuno sa “tutto” e allora allenarsi ad attivare il pensiero laterale è importante, non solo per Excel, ma per la vita …

Provo a spiegarmi:
vuoi avere un sottolineatura per tutti i giorni che corrispondono alle domeniche. Ci sono tante strade ma una è trovare la funzione che ci dice che una data corrisponde al 7° giorno della settimana e allora in una cella inserendo la funzione che analizza il n° del giorno posso formattare tutte le celle che corrispondono al 7° giorno con un colore rosso.
Quindi sapere che esiste una funzione serve relativamente a poco se non riusciamo a pensare con logica  per ottenere il risultato desiderato.Vedi l’esempio del Calendario senza macro.

Ok, non mi sono spiegato bene, allora poniamoci questo quesito: ho un elenco di nomi e cognomi prodotto dalla estrazione dei dati di un database.
i nomi non sono tutti della stessa lunghezza e quindi non posso giocare sui numeri dei caratteri. Cosa posso fare per separarli in un nuovo file che contenga in una colonna il nome e nell’altra il cognome? debbo cercare di isolare lo spazio fra nome e cognome… lo spazio???
Si, lo spazio, innescando un ragionamento logico posso pensare di estrarre i caratteri prima e dopo gli spazi =SINISTRA(A1;TROVA(” “;A1;1)) guarda il file di esempio

Beh, mi sembra che le premesse ci siano tutte.

Forse però ne manca una che sarà alla fine fondamentale: quali sono gli operatori di Excel e quali sono le precedenze di calcolo?

Non vi venga in mente di pensare che sia fuori di testa…
Se non conosci la precedenza di calcolo e vuoi effettuare questo calcolo:
ho 5 libri in cartella e due a casa. Ho comperato i libri in una bancarella a prezzo fisso ciascuno a 8 euro come scrivere la formula per sapere quanto ho speso?
1^ questione: per chiedere a excel di eseguire un calcolo dentro una cella si deve iniziare  con l’operatore = (oppure +)
Per esempio
= 5+2*8 il risultato sarà 21 perché per precedenza Excel effettua moltiplicazioni e divisioni poi somme e sottrazioni
oppure scrivi =(5+2)*8 ed il risultato sarà 56.

Quindi le formule debbono essere precedute da = … (ma anche +), ma non confondiamoci il simbolo = (opp. +) dice ad Excel  come calcoli quello che sta a destra di = (opp. +)?; ovvero che risultato mi proponi effettuando le operazioni a destra di = (opp. +)?
se il calcolo che proponi non segue rigidamente le regole di precedenza il risultato sarà clamorosamente sbagliato.

Ed ora passiamo ad analizzare le istruzioni di Excel riportate in questo file di esempio operatori e ordine di calcolo