Questo foglio è … sotto lavorazione continua

Nessuno nasce imparato
– romanesco-

Ovvero:

nessuno nasce già dotato di conoscenza, nozioni e “saper fare”
ma tutto si apprende con lo studio, l’impegno la ricerca e soprattutto la passione.
Excel e la sua imitazione Free open source Calc

P.s.: ho fatto lunghe prove su file generati in Excel e aperti con Calc di Open Office, quasi tutti funzionano ma non saprei progettare un file in Open Office perché dovrei studiare da capo tutti i comandi e le funzioni.

Quello che segue è una guida di Excel sicuramente non esaustiva … rappresentare tutto, ma veramente tutto quello che Excel può fare, significa scrivere una enciclopedia. Tuttavia una guida di massima e un po’ di curiosità sicuramente ti faranno arrivare ad essere un buon esperto.

Guida di Excel 2016 

Premessa:

Quando sono presenti immagini, visualizzate nella pagina sono illeggibili… fai click sulle immagini per ingrandirle: si aprono su una nuova scheda e potrai consultarle in dettaglio.

Sapevi che tutte le schermate di internet possono essere ingrandite pigiando CTRL e + e rimpiccolite con CRTL e –

Le differenze tra le versioni di Excel 2010 e  2016 non sono poi moltissime e questa guida è utile per entrambe.

Sono gradite le segnalazioni di errori!!!

Cosa è Excel

“Microsoft Excel è un programma prodotto da Microsoft, dedicato alla produzione ed alla gestione di fogli elettronici”. Questa è la definizione iniziale di Wikipedia

Io penso che studiandolo a fondo Excel sia in grado di produrre anche un buon caffè ed ho sempre sostenuto che, personalmente, ne conosco poco più del 10%.

Quindi questa guida non è tanto rivolta a voi quanto a me stesso: è una scusa per poter approfondire la conoscenza di questo strumento potentissimo.  

Excel è dotato di tantissime funzioni che sicuramente consentono di fare calcoli ma, “dietro” c’è anche una grandissima struttura logica che, se stimolata dalla fantasia dell’utente, consente ad Excel di essere usato addirittura per la scrittura di testi, sia in maniera autonoma che combinandone l’uso con Word, ma questa è un’altra storia alla quale arriveremo per gradi.

Il nome giusto alle cose

Quando apriamo il foglio di Excel vediamo una immagine composta da tanti particolari. Diamo il nome giusto ad ogni particolare così da utilizzare un riferimento univoco e semplificare le spiegazioni.

Iniziamo dalla finestra di apertura

La divideremo in tre blocchi principali iniziando dal piede per facilità di illustrazione:
► la base della finestra
► la parte centrale
► la parte alta

Base della finestra

La base della finestra contiene la

Barra di stato

è l’ultima parte del foglio, in “verde” nella mia impostazione

La barra di stato è personalizzabile e cliccandoci col tasto dx propone il menù personalizzabile e se si attivano tutte le possibilità, fornisce “al volo” tutta una serie di indicazioni:
dall’impostazione della tastiera a conteggio matematici quali somma, media conta n di celle di testo ecc.

Parte centrale

La parte centrale del foglio è il “Foglio di Lavoro” costituito  da tanti rettangolini: vengono definite Celle.

Le intestazioni di riga e colonna, le barre di scorrimento verticale e orizzontale, la barre delle schede la barra di navigazione fra le schede se non entrano tutte nella loro barra

Quando i fogli sono tanti e non riescono ad essere tutti contenuti nella barra di schede foglio, si evidenziano anche due pulsanti ◄ e ► vedi immagine sotto. Questi pulsanti sono stati incrementati di funzioni illustrate nel messaggio che appare: se ci si pone sopra col mouse si possono vedere tutti i fogli.

Ponendosi sopra  cliccando col tasto destro esce un elenco (se i fogli sono veramente tanti l’elenco avrà la barra di scorrimento a destra) si seleziona col tasto sinistro quello da visualizzare si balza dal primo o all’ultimo.

La parte alta

La parte alta della finestra è ricchissima di contenuti e propone innumerevoli tasti che consentono ad Excel di eseguire calcoli, formule, funzioni, formattazioni ecc. ecc.

Vediamo alcuni particolari evidenziati nell’immagine ed è costituita da “Barre”:
►Barra del titolo del file, Cartel1 che a sua volta contiene
◄▬▬ a sinistra la barra di accesso rapido vedi dettagli
▬▬►a destra i pulsanti di ridimensionamento/chiusura illustrati nell’immagine sopra
►la Barra multifunzione che contiene tutte le schede ed i comandi, nell’ordine:

La scheda File

La scheda File consente l’accesso a comandi specifici relativi al file e alle impostazioni di base, sto preparando un dettagliato post per spiegare questa scheda  in questo post

La scheda Home

che contiene i principali comandi di formattazione del testo e delle celle e è più dettagliatamente spiegata in questo post

La scheda inserisci

La scheda inserisci consente di inserire tabelle Pivot per analizzare i dati , immagini se si vuole produrre una info grafica, grafici, tabelle, oggetti , caselle di testo, connettori fra una casella e l’altra tali da costruire un diagramma di flusso legato a valori ecc. vedi il post specifico in costruzione

La scheda Layout di pagina

La scheda Layout di pagina permette di personalizzare tutte le impostazione della pagina, dimensione A4, A3, personalizzata per stampa cartoncini, inviti, sfondo margini, più dettagliatamente spiegata in questo post in costruzione

La scheda Formule

La scheda Formule, forse è la più complessa da illustrare perché dietro c’è il mondo delle formule appunto e delle funzioni, che da sole sono decine e decine e possono addirittura essere usate nidificate che è un concetto che dovremo approfondire molto più in là in questa guida. Approfondisci la scheda formule nel post specifico in costuzione

La scheda Dati

La scheda Dati, anche questa è molto complessa perché contiene una enorme quantità di azioni, importazione dati da qualsiasi fonte, la possibilità di orinare una tabella di dati molto complessa e semplificarla, attraverso i filtri, far svolgere a celle specifiche funzioni legate ad elenchi e dati presenti in altre parti del file, il tutto spiegato in questo post in costruzione

La scheda Revisione

La scheda Revisione poco usata dagli utenti ed invece indispensabile per produrre lavori “puliti”: il suo primo tasto a sinistra è proprio controllo ortografia, approfondita in questo post in costruzione

La scheda Visualizza

che consente di visualizzare il foglio di lavoro in varie modalitàEsempio visualizzare come si presenterà in fase di stampa, organizzando  e personalizzando il salto pagina al fine di mantenere l’integrità di alcune tabelle costruite; una funzione strategica della scheda visualizza è quella di dividere il foglio in quadranti nel caso in cui si abbiano una gran quantità di dati  dove sarebbe impossibile un visualizzazione totale. in poche parole è come se in un quadreno di 4 pagine fitte di dati si potesse contemporaneamente vedere la pagina 1, 2, 3 e 4 senza ovviamente staccare i fogli dal quaderno. Approfondiremo ma questo è un assaggio: con pochi click ho popolato 1.638.400 celle ciascuna delle quali ha un +1 rispetto al valore della cella che la precede. cliccando su dividi della scheda Visualizza posso dividere in quattro quadranti la visualizzazione e con il cursore posso spostarmi all’interno di ciascun quadrante, vedere contemporaneamente la prima cella A1 e l’ultima XFD1 della prima riga e la prima A100 e l’ultima cella XFD100 dell’ultima riga popolata. posso anche eliminare un divisore e dividere la visualizzazione solo in orizzontale o verticale. I divisori sono mobili e agganciabili con il mouse.
Guarda bene l’immagine perché sono grigio chiaro e quasi invisibili e ho posizionato il mouse proprio all’incrocio, post in costruzione.

La scheda Sviluppo  

La scheda Sviluppo permette di gestire le macro (qui sono debole lo ammetto) e permette inoltre di utilizzare Excel in modi cosi’ vari dalla redazione e compilazione di un modulo per quiz, o per compilazione di form testuali che sono ben altra cosa dei numeri. post in costruzione

Ecco perché affermavo all’inizio con una battuta che “studiandolo a fondo” Excel sia in grado di produrre anche un buon caffè”.

La scheda Componenti aggiuntivi

La scheda Componenti è quella meno usata  perché mostra i componenti aggiuntivi utilizzati da altri programmi che possono generare output di estrazione del DB – DataBase in Excel: in questo esempio vediamo il primo citato a sinistra, fra i componenti aggiuntivi il programma DELTA. Componenti aggiuntivi possono essere scaricabili dal sito o generati da vari programmatori, vedi post specifico post in costruzione
https://www.microsoft.com/en-us/download/default.aspx

Salvataggio dei dati

Forse siete capitati in questo sito e la prima cosa che vi ha colpito è stata questa guida e avete legittimamente saltato le altre pagine es: Utility.
Nulla di grave ma non mi stancherò mai di ripetermi.

Magari seguendo questa guida avete aperto un foglio di Excel ed iniziato a fare prove costruire formule ecc. ecc, ebbene la prima cosa da fare lavorano su un pc è il Salvataggio dei dati, quindi aprite il link e leggete.

Inserimento dei dati

Direi di iniziare a spiegare l’inserimento dei dati spiegati in dettaglio in questo post

Al fine di non generare un indice iniziale illeggibile creo una nuova pagina

Guida Excel: esempi

inizio pagina ▲